Semi carciofo romanesco

Semi carciofo romanesco

romanesco

Il è una pianta perenne, che quando le temperature sono elevate entra in fase di dormienza, per resistere a estati torride e siccitose, si risveglia se riceve molta acqua. La coltivazione del carciofo romanesco è tipicamente invernale o primaverile.

La del carciofo romanesco si protrae per lungo tempo ed è una coltivazione un po’ impegnativa ma davvero soddisfacente. Richiede di sacrificare un po’ di spazio, per questo non è adatto ad orti troppo piccoli ma vale certamente la pena provare a coltivare questo magnifico fiore edule.

Il suolo ideale per coltivare i semi di carciofo romanesco deve essere sciolto e drenante. Le radici del carciofo romanesco sono fittonanti quindi è particolarmente importante la fase di preparazione della terra: prima di piantare i semi del carciofo romanesco occorre lavorare il terreno in profondità con una vangatura accurata, in terreni pesanti meglio vangare più di una volta. Oltre alla lavorazione prima di fare un impianto di carciofo romanesco nell’orto occorre anche predisporre una buona concimazione di fondo, che arricchisca bene il terreno della carciofaia di carciofo romanesco.

La terra della carciofaia deve mantenere una buona umidità, questo è importante in particolare durante il periodo di raccolta, perché la pianta sentendo siccità potrebbe entrare in dormienza anticipata. Contestualmente deve essere anche un suolo che eviti il ristagno di acqua, fonte di malattie funginee che possono provocare marciumi. ad esempio fusarium e peronospora. Il carciofo romanesco è una pianta che predilige un clima mite, sbalzi di temperatura e inverni troppo rigidi possono danneggiare la pianta. Serve anche che si abbia una buona esposizione solare.

Come la gran parte delle piante, il carciofo romanesco può essere seminato, il periodo ideale per seminare i carciofo romanesco è tra febbraio e marzo in semenzaio protetto. Se vogliamo metterlo direttamente a dimora in campo invece deve esser seminato nell’orto ad aprile oppure a maggio (a seconda della zona climatica in cui si coltiva). Chi semina in semenzaio dovrà trapiantare la piantina di carciofo romanesco nel mese di maggio, al momento del trapianto si deve irrigare con abbondanza e continuare poi a bagnare regolarmente per le prime settimane.

Acquista qui semi carciofo romanesco :